Sistema locale del lavoro e distretto industriale

I sistemi locali del lavoro sono aggregazioni di comuni che identificano mercati del lavoro omogenei. Non ci sono vincoli amministrativi, quindi un sistema locale può essere formato da comuni appartenenti a province o regioni diverse.
I sistemi locali del lavoro sono individuati a partire dall’informazione sul pendolarismo (spostamenti dei componenti familiari tra comuni per motivi di lavoro) presente nel questionario del censimento della popolazione.

I distretti industriali sono sistemi locali del lavoro con specializzazione manifatturiera di piccola e media impresa. Sono individuati utilizzando i dati del censimento dell’industria e dei servizi ed elaborando coefficienti di localizzazione dell’occupazione manifatturiera.

I Sistemi locali del lavoro e distretti industriali più recenti sono stati individuati con i censimenti del 1991. L'informazione elementare del censimento della popolazione è stata sottoposta a procedimenti statistici di cluster analysis che ha portato all’individuazione di 784 sistemi locali del lavoro. Tra questi, elaborando i dati del censimento dell'industria e dei servizi, si è pervenuti ad individuarne 199 qualificati come distretti industriali.
Ulteriori approfondimenti sui sistemi locali del lavoro (comprensivo dell'elenco dei comuni che compongono ciascun sistema locale), e sui distretti industriali, si possono avere, rispettivamente, in:
Istat, "I sistemi locali del lavoro 1991", Sforzi F., (a cura di), Argomenti n. 10, 1997.
Ministero delle attività produttive - IPI, "L'esperienza italiana dei distretti industriali", Autori vari, 2002.