Territorio

Le unità produttive di ASIA, imprese, istituzioni e unità locali sono ubicate sul territorio a partire dalla sezione di censimento. Questa è attribuita grazie all’utilizzo di SISTER che è un sistema informatico, composto da software e dati, in grado di riconoscere, normalizzare e codificare automaticamente indirizzi fino al livello di sezione di censimento per tutto il territorio nazionale, e di gestire le relative base dati di riferimento.

Ai fini della pubblicazione, a tutela della riservatezza dei dati, l’ubicazione delle imprese e delle unità locali è effettuata a partire dal comune.

La collocazione fisica delle unità produttive sul territorio è stata effettuata mediante un processo di acquisizione delle informazioni desunte dagli archivi amministrativi che costituiscono ASIA. I sistemi di codificazione del territorio adottati dai vari archivi, sono stati normalizzati rispetto al sistema di codificazione in uso presso l’Istat, limitatamente agli archivi per cui era necessario eseguire tale operazione. I confini territoriali presi in considerazione fanno riferimento alla realtà amministrativa, cioè ai comuni esistenti, al 22 ottobre 2001.

Nel periodo 1991-2001 sono state istituite 8 nuove province, mentre altre 8 hanno ceduto comuni alle nuove (si tratta delle nuove province di Biella, Verbano-Cusio-Ossola, Lecco, Lodi, Prato, Rimini, Vibo Valentia e Crotone, istituite nel 1992 con comuni staccati dalle province di Vercelli, Novara, Como, Milano, Bergamo, Forlì-Cesena, Firenze e Catanzaro).

I dati del 1991 sono stati ricalcolati ai confini attuali per un confronto con i dati del 2001. Nello stesso periodo sono stati istituti 10 nuovi comuni: Mosso (BI), Montiglio Monferrato (AT), Cavallino Treporti (VE), Due Carrare (PD), Porto Viro (RO), Fiumicino (RM), Statte (TA), Padru (SS) e Monserrato (CA) ed infine il 15 ottobre 2001 è stato istituito il comune di Fonte
Nuova (RM), i cui dati sono disponibili nel censimento 2001.

Nello stesso periodo sono stati soppressi 9 comuni: Mosso Santa Maria (BI), Pistolesa (BI), Colcavagno (AT), Montiglio (AT), Scandeluzza (AT), Carrara San Giorgio (PD), Carrara Santo Stefano (PD), Contarina (RO) e Donada (RO).

Sono cambiati i confini di 28 comuni (esclusi i comuni che nel periodo 1991-2001 hanno aggregato o staccato zone di territorio disabitate); si tratta dei comuni di Prascorsano (TO),  Valperga (TO), Cerreto d’Asti (AT), Piovà Massaia (AT), Casal Cermelli (AL), Castellazzo Bormida (AL), Ardenno (SO), Forcola (SO), Arluno (MI), Milano (MI), Santo Stefano Ticino
(MI), Sesto San Giovanni (MI), Cazzago  San Martino (BS), Ospitaletto (BS), Passirano (BS), Rovato (BS), Venezia (VE), Cesena (FC), Gambettola (FC), Guidonia Montecelio (RM), Mentana (RM), Roma (RM), Castelforte (LT), Santi Cosma e Damiano (LT), Roccaforzata (TA), Taranto (TA), Buddusò (SS) e Cagliari (CA).